Come ottenere visto turistico per l'Australia

Come ottenere visto turistico per l’Australia

L’Australia è uno dei paesi più belli che ci siano, proprio per questo, in tantissimi, almeno una volta nella vita desiderano andare.

Il continente australiano è molto amato per plurimi motivi tra cui: un clima opposto a quello europeo, una flora a una fauna molto diverse dalle nostre, con animali e piante davvero caratteristici che qui non avremmo modo di vedere e per la presenza di tantissimi monumenti particolari ed edifici moderni e futuristici che danno l’immagine di un’architettura e di un design completamente diverso dal nostro.

Questi motivi inducono tantissime persone a scegliere l’Australia come meta per le proprie vacanze; si precisa che, data la distanza con l’Europa, e le ben quasi 24 ore di volo, quali certamente, chi decide di vivere il sogno australiano cerca di trascorrere nel continente almeno un mese, al fine di non perdere davvero nulla delle migliori città, proprio per questo motivo occorre sapere che per andare in Australia, oltre che il normale passaporto, occorre una speciale visto turistico che permette ai visitatori di girare liberamente.

Al fine di chiarire al meglio quanto detto, occorre descrivere nel dettaglio cosa si intende cosa è un visto turistico australiano e quali sono i tipi di visto disponibili.

Il visto turistico australiano è il documento necessario ai turisti per girare l’Australia; dal 2008 va richiesto online, difatti, l’Ambasciata australiana a Roma non raccoglie più alcuna documentazione.

L’unico modo per presentare una richiesta di visto in formato cartaceo è quello di andare nell’Ambasciata di Berlino, ovviamente questa scelta è meno comoda per gli italiani che possono fare domanda da casa.

Il procedimento per richiedere il visto turistico australiano è molto semplice, basta accedere all’interno del portale eVisa, intuitivo ed economico per chiunque, infatti, tutti coloro che possiedono un passaporto ed i membri della Comunità Europea possono richiedere un visto in maniera veloce e completamente gratuita.

Si aggiunge che il visto turistico australiano viene rilasciato in tempi molto brevi; solitamente occorrono 3 giorni lavorativi, per precauzione, però, è meglio richiederlo due settimane prima della partenza al fine di poter stare tranquilli.

Fatta tale premessa, è possibile parlare delle tipologie di visto turistico da poter richiedere per raggiungere il continente australiano.

Il primo visto si cui parliamo è quello denominato: “eVisitor”, trattasi di un visto della durata un anno che consente di entrare in Australia più volte a condizione che la singola permanenza nel continente non superi il periodo di tre mesi.

Il permesso eVisitor può essere richiesto online e mentre si è fuori dal territorio australiano, mediante una procedura molto semplice e gratuita; è opportuno aggiungere che lo stesso non può essere rinnovato e non permette di lavorare o seguire corsi di formazione che abbiano una durata superiore a tre mesi.

Il secondo visto turistico australiano più diffuso è quello “Eta Australia” della durata di dodici mesi; anche per mezzo di tale permesso è possibile effettuare più ingrassi in Australia della durata di 3 mesi ciascuno.

Quello che differenzia il visto eVisitor da quello Eta Australia è che quest’ultimo viene rilasciato dalle compagnie aeree e dalle agenzie di viaggio, pertanto è ancora più semplice da ottenere.

Infine, l’ultimo visto è quello Visa Australia, anch’esso dura ben dodici mesi ma, a differenza degli altri, permette di soggiornare in terra australiana da 3 a 6 mesi continuativi.

Un’altra caratteristica peculiare di tale visto turistico australiano consiste nel fatto che lo stesso può essere rinnovato anche in Australia e che può essere richiesto anche da chi si trova già in questo continente.

Anche per il visto Visa Australia è prevista la procedura di richiesta online cui si affianca, però, anche l’opportunità di richiesta presso gli uffici, come l’ambasciata di Berlino.

Una volta illustrate tutte le tipologie di visti turistici da poter richiedere occorre anche fare un accenno ai requisiti necessari per poter procedere alla domanda online: in primo luogo occorre essere titolari di passaporto elettronico con validità residua pari a sei mesi; in secondo luogo non si deve essere affetti da tubercolosi; e, infine, non aver riportato condanne penali.

Qualora non si posseggono tutte queste informazioni, si ricorda che la domanda viene custodita nel sito eVisa per un periodo di 28 giorni pertanto, una volta iniziata, questa potrà essere salvata e completata successivamente, ma comunque entro il termine prestabilito dal portale pena la perdita della domanda stessa.

Come si vede esistono diverse tipologie di visto turistico australiano, ognuno di esso serve a soddisfare degli specifici interessi e bisogni del soggetto che vuole passare in Australia un lasso di tempo considerevole; bisogna, pertanto, valutare quale permesso fa al caso proprio e procedere alla richiesta nel rispetto delle regole previste.