Perché imparare l'inglese da bambini

Perché imparare l’inglese da bambini

Negli ultimi anni, l’insegnamento dell’inglese ai bambini sta diventando oltre che una scelta una vera e proprio necessità. Se vi state chiedendo perché, ecco a voi le risposte.

La realtà che ci circonda è cambiata, sono cambiati gli stimoli e gli input che provengono dal mondo attorno noi questo perché la società si è trasformata, nel corso degli ultimi decenni, divenendo sempre più multietnica e multiculturale.

Nell’epoca della globalizzazione è cambiato anche il mercato del lavoro così come le opportunità di fare business e in questa prospettiva l’inglese assume una posizione di rilievo.

Se fino a poco tempo fa la conoscenza della lingua inglese rappresentava un “arricchimento” personale sicuramente importante ma non indispensabile – tant’è che il numero delle persone bilingue era davvero esiguo, limitato agli interpreti, ai traduttori e a poche altre categorie – oggi la conoscenza della lingua inglese è indispensabile in quasi tutti i settori lavorativi e non è un azzardo affermare che lo sia anche nella propria sfera personale.

Non esiste (o quasi) candidatura professionale, in cui non sia richiesta la conoscenza della lingua inglese. Anche quando non esplicitamente richiesta, in qualsiasi ambito lavorativo capita ormai di avere la necessità di conoscere la lingua inglese per utilizzare uno specifico strumento, per leggere dei manuali di formazione disponibile solo in lingua inglese, ecc.

Di fronte a questo quadro, il nostro assunto iniziale diventa facilmente comprensibile. Proprio in virtù della crescente importanza della lingua inglese, iniziare l’apprendimento della stessa fin da piccoli rappresenta un vantaggio e una grossa opportunità.

Oltretutto, importanti studi scientifici hanno dimostrato che esistono dei vantaggi reali nell’imparare una seconda lingua fin da bambini:

  • semplicità: il cervello nell’età infantile è maggiormente elastico pertanto consente un apprendimento più veloce e più semplice;
  • accento autentico: i bambini hanno una maggiore facilità ad imitare suoni e intonazioni verbali differenti da quelli della propria lingua madre, a differenza degli adulti che per quanto possano raggiungere un buon livello di scioltezza nella lingua parlata, avranno sempre un accento dissimile da quello originale.
  • arricchimento culturale: il contatto con persone che parlano una lingua diversa e che appartengono a una cultura differente è una reale fonte di arricchimento e favoriscono la creatività nei bambini.

Non dimentichiamo, in ogni caso, che l’apprendimento della lingua straniera avviene comunque sotto forma di gioco. Per i bambini è un momento di divertimento, socialità, distrazione…